Get Adobe Flash player
Cerca
In Evidenza

PROSSIME RAPPRESENTAZIONI:

13 Dicembre 2014 ore 21,00
Cineteatro Garden di Caponago
"Pautasso Antonio Esperto di Matrimonio"
INCASSO DEVOLUTO ALLA PARROCCHIA

15 Novembre 2014 ore 21,00
Cineteatro Garden di Caponago
"Chi perd un amis, el troeuva.."
INGRESSO GRATUITO

24 gennaio 2015
Teatro di Carugate - "Se ghe fudessi minga mi..."

7 febbraio 2015
Teatro di Osnago - "Chi perd un amis el troeuva..."

11 Aprile 2015
Teatro Manzoni di Sesto S. Giovanni " - "Chi perd un amis el troeuva..."

G.A.T.a.L.

Sotto legida del  G.A.T.a.L   Gruppo Attività Teatrale  Amatoriale della  Lombaria

Se Ghe Fudessi Minga Mi

Di anonimo - traduzione in dialetto ed adattamento di Enzo Giannotta

Se non ci fosse lei, per il genero Francesco, piccolo industriale dell'industria profumiera, e la figlia minore Cesarina bisognerebbe inventarla, mentre per il fratello Ettore sarebbe una gran fortuna.
Teresa Carugati, vedova, ha preso del padre, il compianto ragioniere Napoleone, il carattere determinato, la pronta capacità decisionale e la furbizia.
Al rientro dalle vacanze, si trova a dover risolvere tre situazioni: salvare dal fallimento la ditta del marito della figlia maggiore, Virginia, soddisfare le ambizioni di Cesarina, che vorrebbe debuttare come cantante lirica nonchè  risanarle la ferita della freccia scagliata da Cupido .
Manca purtroppo la cosa più importante, i soldi, che potrebbe ottenere dal fratello Ettore, ricco industriale del sapone, assai prodigo nel dare consigli ma alquanto tirchio quanto si tratta di porre mano al portafoglio, specialmente nei prestiti.
Ma la nostra Teresa non si perde d'animo, e con l'astuzia e la caparbietà  che la contraddistinguono riesce ad estorcere all'avaro fratello il denaro necessario per risollevare la ditta, lanciare con successo nel mondo della lirica Cesarina, raggirando l'impresario che si aspettava un congruo guadagno da questo debutto, e risolvere positivamente le vicende amorose della figlia, gabbando ancora una volta l'incredulo e allibito Ettore.
Del resto, quando si è figlia di uno che si chiama Napoleone, non può mancare la vittoria nelle battaglie che si affrontano.

Se Ghe Fudessi Minga Mi