Get Adobe Flash player
Cerca
In Evidenza

PROSSIME RAPPRESENTAZIONI:

13 Dicembre 2014 ore 21,00
Cineteatro Garden di Caponago
"Pautasso Antonio Esperto di Matrimonio"
INCASSO DEVOLUTO ALLA PARROCCHIA

15 Novembre 2014 ore 21,00
Cineteatro Garden di Caponago
"Chi perd un amis, el troeuva.."
INGRESSO GRATUITO

24 gennaio 2015
Teatro di Carugate - "Se ghe fudessi minga mi..."

7 febbraio 2015
Teatro di Osnago - "Chi perd un amis el troeuva..."

11 Aprile 2015
Teatro Manzoni di Sesto S. Giovanni " - "Chi perd un amis el troeuva..."

G.A.T.a.L.

Sotto legida del  G.A.T.a.L   Gruppo Attività Teatrale  Amatoriale della  Lombaria

Chi Perd un Amis el Troeuva

Commedia brillante in tre atti di Antonello Guglielmo Esposito
Traduzione adattamento e regia di Gabriele Michielin

La pace e la tranquillità di un piccolo paesino di sole 30 anime, viene turbata da una vincita plurimiliardaria; uno degli abitanti è il fortunato possessore del biglietto con i numeri estratti.
Inizia quindi, da parte del sindaco e del suo amico, proprietario dell'unico bar del paese, la caccia per scoprire chi sia il compaesano baciato dalla fortuna.
L'indagine porterà ad  individuare il vincitore, Giovanni Vivente, pensionato solo e senza eredi, che abita alla periferia del paese. Purtroppo l'emozione per l'inaspettata fortuna ha giocato un brutto scherzo al neomiliardario, che non potrà beneficiarne essendo passato, nel frattempo, a miglior vita.
I due amici, considerato che il defunto non ha parenti, pensano di spartirsi equamente il bottino ma appare loro Giovanni, non più vivente, che  pretende un'equa spartizione della somma  tra tutti gli abitanti del paese.
Costretti "obtorto collo" ad accettare la decisione, restano ancora alcuni ostacoli da superare:  convincere gli abitanti del piccolo paese alla condivisione e celare la truffa, riuscire ad ingannare l'ispettore della finanza per riscuotere il premio sostituendosi al "de cuius" e allontanare l'agente finanziario che pensava di  insediarsi   nel piccolo  paese per lucrare della vincita .
Purtroppo inutili saranno i tentativi per ottenere anche l'assenso della bisbetica del paese, in perenne conflitto con tutti ed intenzionata a denunciare la frode, con il duplice intento di incassare il premio  e far andare in prigione i compaesani truffaldini, liberandosi così della loro presenza.
Ma alla fine, sarà ancora "el Gioan" a metterci una pezza?

CHI PERD UN AMIS EL TROEUVA....